Atletica · Getto del Peso · Interviste · Lancio del Martello

Stralci D'Intervista #2 Dane Miller al suo maestro Bondarchuck

Mi sta piacendo ultimamente , come vedete dalle date di pubblicazioni , a tempo perso rileggere le interviste fatte ai Coach degli atleti più importanti al mondo da parte di persone. La prima intervista è stata fatta da Connolly a Nemeth (fondatore del centro di allenamenti per il martello in Ungheria). Oggi vi propongo invece un intervista che un allievo (Dane Miller, ex lanciatore di peso, ora uno dei fondatore di garage strengh, realtà americana riguardante l’allenamento della forza nei vari sport , specie per quanto riguarda il sollevamento pesi, football e l’atletica leggera ) a posto al suo maestro, il quale possiamo dire è uno dei capisaldi dell’allenamento moderno, ex lanciatore di livello mondiale e tecnico di diversi campioni come : Sedyck (attuale detentore del record mondiale del lancio del martello) e Armstrong (pesista Canadese di livello mondiale, vanta una prestazione a 21,21m di pesi e 71,51m nel lancio del martello); il coach si chiama Anatoly Bondarchuck. Nell’intervista che proporrò l’intervistatore chiede come mai c’è una grande abisso nei risultati tra il getto del peso statunitense e i restanti lanci. Tutto si basa praticamente nella metodologia di allenamento. “Il sistema di allenamento statunitense è orientato sulla forza massima, e non sulla forza speciale e sulla tecnica di lancio, tranne che nel getto del peso. Per questo siete molto competitivi nel getto del peso e non riuscite ad avere risultati negli altri lanci.”
DISCLAIMER: L’intervista è datata 2008, non stupitevi se nel frattempo l’atteggiamento nei lanci, specie nel martello è cambiato negli Usa, basti pensare che ultimamente si è avuti una campionessa mondiale nel martello e diversi atleti molto competitive, vicini, se no proprio al podio delle massime competizioni internazionali.

Anatoly Bondarchuck

“Riflessioni di un maestro. Un intervista con Anatoly Bndarchuck

Di Dane Miller
L’autore è un pesista americano che si allena con Anatoly Bondrchuck a Kamloops nella British Unversity in Canada.
Si è seduto con il suo allenatore per un periodo di settimane nell’inverno del 2008 e ha realizzato questa superba intervista in formato domande e risposte con la leggenda del lancio.
Derek Evely, Canadian Athletics Coaching Center.

 Intervista

D: Qual'è stato un aspetto cruciale dell'allenamento che sei riuscito ad implementare nel tuo sistema di allenamento quando eri atleta?

R:Come atleta sapevo che tutto poteva cambiare e, per una corretta progressione, le cose dovevano cambiare. Sapevo che il sistema di allenamento doveva cambiare e la tecnica stessa doveva cambiare. Come atleta mi sono reso conto nel tempo che la tecnica e il sistema avevano bisogno di progressione.
Gli atleti medi nel 1972 non  acceleravano con il martello. Forse questo perché non avevano un allenamento di  forza speciale per il martello. Dal 1970-1976, ho creduto che l'atleta (me in particolare) avesse bisogno di allenare la forza massimale. Dopo questo, ho riconosciuto che l'atleta aveva solo bisogno di una base di forza. Prima pensavo che gli atleti avrebbero avuto bisogno di un squat completo da 300 kg per lanciare 80-84 metri, ora so che hanno bisogno solo di 200-250 k di ¼ di squat. Prima pensavo che gli atleti avevano bisogno di fare più di 15 kg  di strappo per fare 80-84mt, ora so invece che c'è ne bisogno di effettuare lo strappo con il proprio peso corporeo. Credevo che bisognava saltare 3.50 da fermo, quando bastava arrivare a 3.00-3.25 m di lungo. Questo perché l'allenamento specifico per il martello si è sviluppato tantissimo negli ultimi 30 anni. Realizzo che ora  l'atleta ha bisogno di avere forza massimale dinamica.
E' molto più importante la forza speciale poiché ha una grande tasso di sviluppo nella tecnica specifica. Negli anni '60 avevo un amico che faceva 320 kg di squat, 200 kg di girata aveva un bel tempo nei 100 m, ma lanciava solo 17,2 0m di peso. La forza massimale non ha un tasso specifico per i lanci.

D: Il più importante aspetto nei lanci secondo lei?

R:Il lanciatore deve avere muscoli esplosivi, no forza massima, Nelson ha grande esplosvità muscolare, poi Hoffa, loro hanno bisogno di questa esplosività poiche gli atleti più piccoo sono molto più esplosivi rispetto agli atleti pù alti.Essi anno una muscolatura migliore rispetto Cantwell , il quale ha un ottima muscolatura rispetto alla sua atleta. È molto raro trovato un atleta alto e esplosivo. Ci sono tanti programmi di allenamento. Tanti coach hanno atleti che lanciano pesante, alcuni lanciano leggeri e alcuni usano attrezzi da competizione, altri lanciano tutti i pesi. Se gli atleti hanno bisogno di forza , loro devono lanciare pesante e darli tanto volume. Se sono esplosive dai pesi leggeri. Ci sono tanti esercizi e programmi che aiutano a risolvere questi problemi

 D:Quanto tempo devi spendere ad un atleta per lanciare, sollevare e  fare esercitazioni di forza speciale?

 R:La percentuale cambia per ogni atleta. Alcuni hanno bisogno di tecnica. Alcuni forza, alcuni velocità.Dipende dall'atleta,  Forza non aiuta lo sviluppo e la velocità non aiuta a sviluppare forza. Ho allenato Dylan Armstrong per 2 anni e mezzo e aveva bisogno di 70% di tecnica e 30 % di forza speciale. Ha una forza già innata in lui, cosa che non tutti i lanciatori hanno. Lui si è concentrato sulla forza speciale e sulla velocità. Ha lanciato 21 m con la velocità di uscita di 14 m/s e 22 m con 14-15 m/s. Più ti alleni per questo  verso meglio sarà. Fare la panca piana con un peso di 150 kg con 8-10 m/s è meglio di farla 250 kg a 2 m/s. Essere lenti e forza massima non ha molta correlazione nel lancio.

 D:A che punto un lanciatore deve smettere per allenare la forza speciale?

R:Un buon livello per un pesista/ discobolo è intorno i 160kg di panca, 200kg di squat e 150kg di girata. I discoboli possono anche sviluppare un po' più le spalle. A medio livello ogni esercizio va bene. Una volta che il pesista lancia dai 19 ai 22m gli esercizi che fa devono avere una grandissima correlazione con il getto del peso.

 D: Quali sono i maggior problemi con i martellisti statunitensi o con i lanciatore statunitensi in generale?

 R:Il sistema di allenamento e della forza non cambia nel martello,peso e disco negli ultimi 30 anni. Nel 1972 la mia tecnica era buona o migliore di alcuni martellisti top di questi tempi. Questo era 36 anni fa, non dovrebbe essere il caso. Gli USA pensano alla forza massima. Quando inizieranno a pensare alla forza speciale e dinamica, ci saranno pochi martellisti da 80mt. Dal 1975 in Europa non si usa più lo squat completo, ma 1/4  di squat, step e jump squat. Molto probabile gli USA sono influenzati dal powerlifting e dal bodybuilding, i quali distolgono l'attenzione alle esercitazioni di forza speciale.
Ci sono stati pochi progressi da  Hal Connolly, forse qualche progresso con Deal, ma anche Deal non aveva la tecnica che avrebbe potuto raggiungere. La tecnica di Deal era 50/50, ne spingeva il martello ne lo tirava.

 D:Senti che ci saranno donne che lanceranno oltre gli 80mt ?

 R:Sicuramente, non ci sono problemi se usi il giusto sistema di allenamento. Le donne possono essere veloci come gli uomini. Perché no? Il peso è di 4 kg, non è niente per le donne.

 D: Chi pensi abbia avuto una migliore comprensione del sistema di allenamento tra Sedyck e Litvinov?

 R: Tutti i paesi sovietici hanno avuto una comprensione decente del lancio del martello. Si loro possono risolvere gli aspetti, ma hanno capito che devono lavorare sulla forza speciale. Gescek ha una buonissima tecnica. Se gli Stati Uniti non cambiano il loro mondo di pensare riguardo l'allenamento, non batteranno mai paesi come Bielorussia, Ucraina, Russia e molti altri paesi europei.

 D: Negli Stati Uniti molti Coach del Martello insegnano la tecnica del martello spingendo con tutti il corpo. Nel frattempo alleni il martellista per spingere il martello oltre la gamba perno e di non pensare ai piedi. Quali sono i vantaggi di questa tecnica?

 R: E' molto importante spingere la palla del martello e la spinta deve avvenire con la parte superiore del corpo. Se l'atleta pensa prima ai piedi perde la connessione con la spinta e inizierà a tirare. L'atleta deve pazientare nella fase di doppio appoggio. Più dura la fase meglio è per l'atleta. Prima lavora a spingere e poi seguiranno i piedi. La spinta viene dalle mani e non dai piedi, anche o gambe.(Il dottor. B. confronta la spinta del martello con l'oscillazione della piastra con piedi bloccati).

 D: Perché il lancio del disco non è sviluppato come il getto del peso negli Stati Uniti:

R:I Stati Uniti sono rimasti fermi nel lancio del disco a 20-30 anni fa. Non è mai cambiata la tecnica di lancio nel tempo e non è cambiato il modo di allenarsi. Da Al Oerter nessuno ha avuto una buona posizione nel finale del lancio. Al Oerter era uno dei migliori che aveva la posizione finale del lancio. Wilkins aveva un bel finale, questo è tutto. Adesso i discoboli statunitensi saltano appena il piede anteriore tocca terra(effettuano il cambio gamba in modo inefficace) Sembra una posizione orientata più per i salto che per il lancio.

 D: Perché gli Stati Uniti hanno più successo per il getto del peso rispetto il lancio del martello?

R: Perché hanno un eccellente transfert nella tecnica del  getto del peso. Hoffa, Cantwell e Nelson, hanno un eccellente transfert nella parte anteriore della pedana, hanno dei grandi muscoli esplosivi. Inoltre i Stati Uniti hanno un numerosi talenti del getto del peso. Tutti parlano riguardo la loro forza speciale, ma nessuno vede l'esplosività di questi talenti. La forza speciale migliorerà sensibilmente il getto del peso Americano.

 D: Dici che se il pesista medio americano lavora sulla forza speciale migliorerà anche il livello medio dei lanci?

B: Si,si , prendi il motore di una Ferrari e quello di un trattore.Alcuni hanno motori di trattore e alcuni motori di una ferrari. L'atleta deve allenare la forza speciale come una Ferrari. È non può concentrarsi ad allenare la forza speciale e alla forza massima. Per il getto del peso l'atleta deve allenare come una Ferrari rispetto ad allenarsi come un trattore.

 D:Negli Stati Uniti, molti allenatori si concentrano nel  peso in rotazione e nel disco a far girare la gamba destra e saltare a destra. Tu insegni in modo differente,dove l'inerzia mantiene il piede destro in movimento, il peso è trasferita da un piegamento destro a sinistra nella parte anteriore del cerchio. Spiegaci la differenza.

 R: Impossibile rimanere nella gamba destra e girare. Bio-meccanicamente il destro gira dell'inerzia fuori da dietro. Guarda Baryshnikov, Schmdt, Wilkins (olimpiadi del 76) e anche alcuni migliori lanciatori di oggi. Il piede in media si ferma per un breve secondo perché non pensano a girare il piede. L'atleta deve pensare alle gambe come un sistema. Non è necessario pensare al piede o al ginocchio  o a una gamba. Pensa al trasferimento sul piegamento della gamba sinistra. Guarda Gunthor,Timmerman,Baryshnikocv, Nelson, questi hanno un eccellente sistema di trasferimento nella parte anteriore della pedana.

 D:Quali pesi raccomandi per un Atleta uomo nel Peso/Disco/Martello?

 R: Peso e Martello: dai 5 ai 10 kg, a volte il 12 kg da fermo (dipende dalla forza di un atleta).
Note per i lettori: quando lanciano l'otto chili, fa usare dei guanti particolare per proteggere la mano e l'articolazione del polso.
Disco: dai 1,5 kg ai 3 kg. 6 Kg per i lanci da fermo.
 D: Per le donne?
 R: Peso da 3 a 6 kg 7 kg da fermo.
 Martello da 3 a 7 kg
 Disco da 700 gr ai 2 kg

 D:Molti allenatori discutono riguardo i diversi tipi di atleti, tu affermi che ci sono 3 tipi diversi di atleti e un 4 possibile. Potresti spiegare?

R:Certamente, ci sono 3 atleti e occasionalmente un quarto.Questo tuttavia non è la soluzione. La soluzione di allenamento è trovare il sistema che si adatti al meglio ad ogni atleta. Ogni atleta reagisce diversamente, proprio come ha un modo di camminare diverso e personalità diverse.

 D: Quante volte l'atleta può raggiungere il proprio picco di forma in un anno?

 R:Alcuni hanno un picco di forma breve, alcuni lo hanno più lungo. Molti atleti raggiungono un picco 3 volte l'anno, altri anche 4 volte, dipende dall'atleta.

 D:Cosa fai quando un tuo atleta non progredisce più nel tuo sistema di allenamento?

 R:Molti atleti hanno un grande talento iniziale  e altri hanno un grande capacità di sviluppare forza e velocità. Molti non hanno la stessa  capacità di migliorarsi per ragione genetiche.Potrebbero metterci tanto impegno ma non migliorano. Altri crescono in altri sistemi di allenamento.
 Tamm e Sedyck hanno sempre migliorato. Sono degli atleti particolari che hanno migliorato nel tempo, altri crescono molto, ma il corpo va sulla difensiva e non crescono più. 

 D:Come possono le università statunitensi, migliorare gli atleti provenienti dalle scuole superiori nei lanci del martello, disco e peso?

 R: I sovietici iniziano a lanciare un attrezzo già all'età di  13-14 anni. Non lanciavano altri strumenti. Se lanciavi il disco, lanciavi solo quello, idem se usavi altri attrezzi. Qualche volta gli atleti vogliono lanciare il disco e peso se utilizzano in entrambi la tecnica in rotazione.
 Nei Stati Uniti gli atleti lanciano disco, peso e martello e sono anche studenti. Diventa molto difficile per loro. È ok per il disco e peso in rotazione, tuttavia devono decidere il loro obiettivo in un solo evento. Altro problema statunitense è il sistema del lancio del martello a maniglia corta. Il miglior modo per lanciarlo è tirarlo verso di se per via della piccola lunghezza a differenza del martello che devi spingere verso fuori. L'idea del lancio del martello a maniglia corta è molto diversa dell' idea del lancio del martello e fa creare molte difficoltà all'atleta.

 D:Quanto è la probabilità che un lanciatore top mondiali faccia uso di steroidi oggi?

R:I steroidi vengono prima dai Stati Uniti e dopo circa 10-20 anni cercati dall'Europa.
Prima del 1970 gli europei non prendevano steroidi, nei stati uniti venivano già usati nel 1950-55.
Penso che tanti supplementi possono avere effetti anabolici come steroidi. Durante i miei anni di ricerca scientifica e di coaching, posso dire che non si possa lanciare 22m di peso senza sostanze che hanno effetti anabolici. Tuttavia non tutte le sostanze che hanno questo fine sono illegali. Se guardi la lista di quelli che hanno lanciato più di 22m l'80% di essi sono collegati con l'uso di steroidi.

 D:Il problema con il giavellotto statunitense?Perchè non abbiamo giavellottisti top, all'infuori di Greer?

R:Problema simile al martello,non c'è una buona tecnica come nel disco. La risposta statunitense a tutto è la Forza Massima. Un ottimo sistema di sollevamento non ricade su un ottimo sistema di lanci.

 D:Cosa ci vorrà per il Nord America per catturare e competere con i migliori atleti in disco, martello e giavellotto?
 
 R:I Stati Uniti devono cambiare mentalità e ascoltare. È tutto sulla tecnica e sulla forza speciale, dovrebbero pensare meno nella forza massima e più sulla forza esplosiva. La forza è una idea semplice, ma è quella che da problemi. Prendi il mio amico Alexeev per esempio. Aveva 240kg di distensione su Panca, un grande risultato nella girata olimpica e un grande livello nello squat completo, ma lanciava solo 16.50m. Altro atleta super forte è Tamarenko, ma lanciava 14.00m. L'80% della tecnica americana del lancio del martello è terribile, nel peso arriviamo al 50% e nel disco arriviamo al 70%, lo stesso vale per il giavellotto. Gli atleti devono fare lanci completi e forza speciale. Altri stanno ok con F.S, e la loro tecnica. Se continui a migliorarli miglioreranno i lanci.
 Altro problema che i ragazzi statunitensi guardano solo top level statunitensi stagnando cosi la loro tecnica. Ho visto le olimpiadi di Seul dell'88 e avevano una tecnica migliore degli statunitensi che lanciarono lo scorso anno a Osaka (2007).
 Questo è il problema. "

Atletica · Interviste · Lancio del Martello

Intervista di Connolly a Nemeth: Il lancio del martello, come far praticare ai ragazzi.

In questo articolo vorrei parlare di vare interviste che atleti e allenatori di grande rilievo riguardo i lanci.
Girovagando sul web mi sono inbattuto in una intervista effettuata a Pal Nemeth da parte di Harold Connolly (atleta e tecnico statunitense, il quale spese molte energie nel risollevare la specialità del lancio del martello negli usa), in un seminario svolto in Ungheria nel 2003.
L’intervista si concentra sull’allenamento giovanile nel lancio del martello, i mezzi e metodi utilizzati da Nemeth nel coltivare i talenti nel suo centro. Continua a leggere “Intervista di Connolly a Nemeth: Il lancio del martello, come far praticare ai ragazzi.”

Atletica

Lanci di attrezzi non convenzionali dell’atletica leggera

Nell’atletica leggera i lanci sono suddivisi in 4 specialità principali: lancio del martello, lancio del giavellotto, lancio del disco e getto del peso.
Ma oltre a queste 4 troviamo anche altre gare di lancio in atletica che sono da propedeutici ai lanci principali e altre che sono specialità a se, nella quale in italia viene usato quasi esclusivamente solo dai master. Continua a leggere “Lanci di attrezzi non convenzionali dell’atletica leggera”

Articoli scientifici · Atletica · Lancio del Martello

Hammerobics. Un’ alternativa per l’allenamento del lancio del martello?

Koji Murofushi, martellista di livello mondiale dei primi anni 2000, ora professore e direttore di scienze sportive al “National Univerity Corporation Tokyo Medical and Dental University, ha pubblicato un suo studio scientifico al Strenght and Conditioning Journal, giornale del National Strength and Conditioning Association con la collaborazione di Donald Babbitt presidente dell’associazione track and field coach dell’università di Georgia e Ken Ohita, ricercatore all’università di sistemi, informazioni teconolgiche e nanotecnlogiche; dal titolo: Supplemental Exercises for Core Stability Which Utilize the Concept of Parametric Oscillation in the Hammer Throw . Continua a leggere “Hammerobics. Un’ alternativa per l’allenamento del lancio del martello?”

Atletica · Getto del Peso · Tecnica

Tecnico del getto del peso 3: La Tecnica rotatoria

La tecnica rotatoria:
Il grande vantaggio della tecnica rotatoria è il superiore sviluppo della quantità di moto e della sua applicazione di forza oltre ad ottenere grandi distanze.
Molti lanciatori di bassa statura hanno ottenuti grandi successi utilizzando questa tecnica, tuttavia anche lanciatori di alta statura riescono ad utilizzare.
Allenatori e lanciatori novizi usano sia la tecnica O’Brein sia la rotatoria per vedere appunto quale delle due tecniche e più congeniale per l’atleta.
Continua a leggere “Tecnico del getto del peso 3: La Tecnica rotatoria”

Atletica

BORIS OBERGFÖLL – “This Javelin Throw generation is exceptional”

JAVELIN THROW MAGAZINE ONLINE

The .leichtathletik.de has the latest report on what Boris Obergföll thinks of Germany’s present generation.  Boris simply states: “THE BEST GERMAN JAVELIN THROW GENERATIONS OF ALL TIME!”

by Silke Bernhart

“A new German record. Currently, one, two, three, seven and eight of the world. And the current German top five all with top performances in the top ten of the everlasting German highscore. The German javelins have caused a sensation at the beginning of the season! In the interview, Boris Obergföll speaks of a special spearwurf generation, the team work behind the success, the danger of excessive expectations and his roles as a home and Bundestrainer as well as a trainer in the German Athletics Federation (DLV).

Boris Obergföll, the strong DLV javelins have become even stronger and are currently worried with wide throws for astonishment. A Facebook user writes on the website of the best German spearwurf generation of all…

View original post 874 altre parole

Atletica · Getto del Peso · Lancio del disco · Lancio del Giavellotto · Lancio del Martello

Raduno a Bari con Convegno tenuto dal Prof. Renzo Roverato: Principi per una corretta PROGRAMMAZIONE DELL’ALLENAMENTO GIOVANILE per le disciplina dei lanci dell’ATLETICA LEGGERA

La giornata del week-end del 25-26 marzo 2017 si è svolto al campo Bellavista di Bari un raduno riguardante i lanci dell’atletica leggera. Il raduno ha avuto l’onore di avere come ospite il Tecnico Nazionale di lanci, Renzo Roverato, figura esperta in modo particolare nei lanci come il getto del peso e il lancio del martello.
Nella serata il Prof. Roverato ha esposto una relazione riguardante la pianificazione di un programma riguardante i giovani lanciatori. Continua a leggere “Raduno a Bari con Convegno tenuto dal Prof. Renzo Roverato: Principi per una corretta PROGRAMMAZIONE DELL’ALLENAMENTO GIOVANILE per le disciplina dei lanci dell’ATLETICA LEGGERA”

Atletica · Lancio del Giavellotto

Tecnica del lancio del giavellotto 2: La rincorsa

La rincorsa nel giavellotto

Dopo aver analizzato l’impugnatura, quindi come si tiene in mano il giavellotto, passiamo ad analizzare la fase della rincorsa.
La rincorsa si suddivide in 2 diverse fasi, la fase ciclica e la fase aciclica. Continua a leggere “Tecnica del lancio del giavellotto 2: La rincorsa”

Atletica · Convegni e Relazione e incontri

OFF TOPIC: ATLETICAmente. 1° GIORNATA

Questo week-end (12-13 novembre) sono andato al convegno nazionale che si fa annualmente in Veneto chiamato:
ATLETICAmente 2016 “From Rio 2016 to Tokyo 2020”.
Per chi non è nell’ambiente dell’atletica, questo convegno è uno dei più importanti che la fidal organizza annualmente per gli allenatori sia riguardante l’atletica che quelli esterni a questo sport. Continua a leggere “OFF TOPIC: ATLETICAmente. 1° GIORNATA”